Maria Fux è una danzatrice e coreografa argentina che nella sua carriera artistica ha integrato persone con differenti capacità nelle sue classi di danza.
Questo l’ha portata a ricercare un linguaggio essenziale, sempre più libero dalla tecnica, in grado di aprirsi a un ascolto del corpo che porta alla ricerca di un movimento autentico, creativo e originale.
Il seminario è incentrato sulla relazione: con sé, con l’altro e con l’ambiente.
Ricerca, ascolto e pratica per comprendere l’azione performativa e l’azione terapeutica nella danza.

PROGRAMMA

  • La pratica della danza: esperienza di vita e realismo artistico nel paesaggio
    contemporaneo
  •  Consapevolezza del movimento a partire dalla conoscenza anatomica
  •  Spazio, tempo ed energia
  •  La bellezza: entrare dentro l’esperienza e la relazione
  •  Proposte operative: il silenzio, la musica e gli oggetti nella danzaterapia Maria Fux
  •  Sintesi- analisi- sintesi: le tre fasi all’interno di una lezione di danza
  • La lezione integrata e aperta alle diverse capacità: handicap e disabilità
  •  Il corpo come espressione artistica nella composizione
  •  Percezione e sensazione nel processo creativo.

Il seminario sarà condotto da Barbara Turchi danzatrice e formatrice in danzaterapia Maria Fux e Silvia Santagata attrice, performer ed esperta in danzaterapia Maria Fux. Il corso inizierà il 23 Agosto alle 16.00 e terminerà il 28 Agosto alle 14.

L’orario giornaliero delle lezioni è: dalle 09.00 alle 13.00 e dalle 16.00 alle 20.00.
Durante il seminario sarà possibile fare prove di conduzione e portare a termine annualità con specifico esame previo accordo con la docente.
L’esperienza acquisita su di sé e la trasmissione delle fondamenta portanti della danzaterapia Fux permetteranno di avere gli strumenti necessari per poter applicare elementi di danza creativa metodo Fux nella vita e nel proprio contesto lavorativo, soprattutto nella danza, nel teatro, in ambito artistico ed educativo per utenze diverse e per ogni fascia d’età.
Oltre alle sessioni di danza ( 8 ore al giorno) saranno mostrati video e filmati di lavori svolti in Italia e nella scuola di Buenos Aires e saranno fatti cerchi di condivisione dove confrontarsi e dove poter teorizzare l’esperienza pratica fatta.

Il seminario è rivolto a chi vuol approfondire una ricerca personale che stà alle origini del movimento unito alla musica e al silenzio: danzatori, attori, musicisti e artisti in generale e offre preziosi strumenti operativi a chi lavora in campo educativo e sociale.
Sarà rilasciato un attestato di partecipazione allo Stage intensivo che vale nel percorso formativo come quattro seminari.